Cardiofrequenzimetri, un ‘assaggio’ dei migliori top di gamma

0 Comments

Economici, avanguardistici, professionali, basici o avanzati. Non si quantificano i cardiofrequenzimetri sul mercato, diversi per tipologia e prestazioni, destinati a professionisti o principianti a seconda delle funzioni basilari o tecnologici. Cosa cambia da un modello basico a un dispositivo più evoluto e multiuso? I modelli basici si limitano alla misurazione della frequenza cardiaca, inglobando ben poche altre funzioni, mentre nei dispositivi più avanzati si contano una miriade di funzionalità accessorie, dal contapassi al rilevatore di calorie, dal calcolo dei chilometri percorsi all’assistenza virtuale nella programmazione degli allenamenti. Ecco, a seguire, alcuni dei cardiofrequenzimetri più in voga al momento, estrapolati sulla base delle statistiche di vendite che li vedono al top, come i modelli di cardiofrequenzimetri Sigma, fra i migliori di fascia economica, dispositivi che vantano un ottimo rapporto qualità-prezzo, un discreto package di funzioni e uno dei monitor più larghi che garantisce un’ottima visualizzazione dei dati anche in corsa.

Meno percepibili gli avvisi sonori in fase di allenamento, in quanto tendono a confondersi con i rumori di fondo. In linea di massima, un buon prodotto, semplice da settare con le indicazioni anche in lingua italiana. Fra i cardiofrequenzimetri più evoluti e performanti troviamo i Polar, completi di funzioni avanzate per atleti impegnati in allenamenti e gare agonistiche con monitoraggio dei parametri corporei h 24 e invio dei dati all’applicazione scaricabile su smartphone iOS o Android. Grazie alla tecnologia Running Index, un metro di giudizio che scandisce le funzionalità dell’apparecchio è possibile redigere una scala di valutazioni oggettive per ognuna. Incomprensibile, in un modello così equipaggiato, la mancanza di avvisi in modalità vibrazione.

Poteva mancare Garmin in questa ipotetica hit? Certo che no. I suoi cardiofrequenzimetri hanno fatto da apripista agli altri brand e si rivolgono sia a runners che a bikers professionali o amatoriali. I modelli Garmin, impeccabili e rapidi nelle rilevazioni, annoverano tutte le funzioni di un buon smartwatch, dalla modalità vibrazione alla gestione della musica, comprese le notifiche ‘smart’ in combinata con lo smartphone. Questi modelli sono disponibili anche senza fascia cardio ed hanno l’unico difetto di non essere dotati di sensori sonori, cosa che costringe l’utilizzatore a doverli guardare spesso e volentieri per rilevare i dati.