Come pulire un robot da cucina senza fare danni

Il robot da cucina funziona che è una bellezza e con i suoi preparati arricchisce ogni tavola. Sì, ma dopo? Quando viene il momento di pulirlo sono dolori, non solo per la fatica che può richiedere ma anche perché il più delle volte non si sa da dove cominciare. Anche questo aspetto dovrebbe essere determinante nella scelta del modello da acquistare, perché fra i tanti modelli sul mercato, come si può vedere su www.migliorerobotdacucina.it, si dovrebbe riuscire a individuare anche quelli più facili da pulire, magari testando già in negozio lo smontaggio dei pezzi, da cui si può anche capire la complessità, o meno, dell’operazione.

Per fortuna da questo punto di vista il mercato si è fatto più clemente negli ultimi anni grazie alla presenza massiccia e crescente, di giorno in giorno, di modelli agili e facili da smontare in un batter d’occhi, con un corredo di accessori e recipienti da lavare senza sforzo anche in lavastoviglie, cosicché una volta usciti lindi dalla macchina possono essere già riposti insieme all’apparecchio. Per quanto riguarda il corpo del robot può essere ripulito facilmente con un panno umido imbevuto con poche gocce di detersivo neutro, stando però ben attenti a non bagnare le parti metalliche che a contatto con l’acqua potrebbero ossidarsi. Non c’è da spaventarsi, la pulizia e la manutenzione di un comune robot da cucina non è poi così complicata, basta prestare la massima cura nella pulizia delle componenti più vulnerabili, che sono poi anche quelle più importanti, come le lame ad esempio.

Se non si ha dimestichezza con lo strumento basta una ripassatina veloce al libretto di istruzioni dove non sarà difficile trovare utili suggerimento per una corretta pulizia e per la manutenzione dell’apparecchio. Conoscendolo meglio si potrà anche capire quali parti vanno smontate e quali no, per poter intervenire di volta in volta in modo corretto e senza danneggiarlo. Una volta pulito, controllare che non vi siano parti rotte o incrinate, il che non è da escludere dato il compito che è chiamato a svolgere e se c’è bisogno concludere l’opera di ripulitura con una passata di lubrificante. Se si dovessero notare delle anomalie nel funzionamento o nella forma dovute a un eccessivo surriscaldamento non intervenire ma chiamare subito l’assistenza.