Dispositivo di stimolazione muscolare elettrica

0 Comments

Un dispositivo di stimolazione elettrica muscolare per il trattamento medico è ora disponibile sul mercato. L’obiettivo dello studio di ricerca condotto su una tecnica di addestramento assistito da EMS è quello di studiare l’effetto sul comportamento motorio dei topi di una procedura di addestramento assistita da EMS che prevede una stimolazione elettrica assistita da EMS dei tessuti muscolari. Una serie di esperimenti sono stati effettuati su ratti che sono stati iniettati con energia a radiofrequenza attraverso la vena della coda. La risposta comportamentale dei ratti è stata poi confrontata con quella di animali che non erano stati sottoposti al trattamento ad ultrasuoni. I risultati hanno mostrato un miglioramento del comportamento motorio dei topi dopo il trattamento assistito da EMS, che non è stato visto dopo la procedura di addestramento da solo.

È stato osservato che l’attività motoria ripetitiva, come la corsa o la camminata, può essere molto dannosa per il corpo a causa del suo elevato impatto sulle articolazioni e sui muscoli. Queste lesioni sono di solito causate dalla mancanza di un adeguato allenamento fisico o anche da movimenti ripetitivi. Nello studio è stato anche determinato l’impatto sul comportamento motorio dei topi nella procedura di addestramento assistito dal sistema EMS. Lo studio ha rilevato che il numero di ore trascorse sul tapis roulant, il numero di prove effettuate al giorno e la quantità di tempo che i topi dormono ogni notte sono stati tutti influenzati dalla procedura di addestramento assistito dal sistema EMS. I risultati di questo studio mostrano che la procedura di addestramento assistito dal sistema EMS può effettivamente ridurre l’impatto del movimento ripetitivo sul comportamento motorio dei topi. Questo a sua volta porta a una minore sollecitazione delle articolazioni e su altri tessuti del corpo.

Lo studio ha anche dimostrato che la riduzione del comportamento motorio era dovuta al fatto che i topi trascorrevano più tempo durante il giorno correndo o camminando rispetto ai topi che non ricevevano l’assistenza EMS. Pertanto, la riduzione delle attività motorie dei topi durante il tempo in cui non erano esposti alle parti del corpo trattate con gli ultrasuoni può essere attribuita alla diminuzione dei loro movimenti quotidiani durante i giorni in cui non venivano trattati. Questi risultati forniranno spunti per ulteriori studi, che possono rivelarsi utili per coloro che soffrono di dolore cronico da artrite.

Maggiori informazioni sul sito web www.sceltaelettrostimolatore.it dedicato all’argomento.